ROBOCOP STA ARRIVANDO

ROBOCOP STA ARRIVANDO

ROBOCOP STA ARRIVANDO 1422 800 AND ITALIA

Il RoboCop cinematografico è ancora lontano dal diventare realtà, ma l’intelligenza artificiale si sta avvicinando anche in questo campo.

L’istituto americano di ricerca senza scopo di lucro SRI International ha sviluppato un prototipo di ciò che definisce un “robot della polizia”, ​​come riporta IEEE Spectrum.

Il robot ha lo scopo di prevenire le aggressioni che si verificano quando la polizia si approccia ai conducenti dopo averli fatti accostare.

Il cervello dietro il robot è Rueben Brewer, un ricercatore senior di robotica dello SRI, che ha costruito il prototipo nel suo garage.

“Con interazioni così pericolose tra le persone, forse è il momento di inviare qualcosa tra di loro, qualcosa che non può ferire e essere ferito. Il nostro robot si interpone tra le persone per tenere tutti al sicuro.”

Infatti ogni anno negli Stati Uniti:

16.915.140 autisti vengono fermati nel traffico;

195.078 automobilisti hanno usato forza fisica sui poliziotti;

4.488 agenti vengono aggrediti;

89 conducenti e 11 di questi ufficiali muoiono.

Il robot della polizia è collegato a un braccio telescopico che può estendersi dal lato della macchina della polizia per raggiungere la finestra del veicolo sopraelevato di fronte ad essa.

L’ufficiale è quindi in grado di comunicare con l’autista tramite una webcam.

Da lì, il RoboCop di Brewer può fare tutto: scansionare la patente e vari documenti dell’auto, stampare multe, e persino posizionare una striscia puntata sotto la macchina per impedire al sospettato di andarsene.

Tuttavia, il robot della Polizia non è stato creato per sostituire gli umani.

Gli ufficiali continueranno a decidere quali veicoli fermare.

Ma quando lo faranno, il robot aiuterà a creare una distanza di sicurezza tra i fermati e la polizia, mentre entrambi rimarranno nei loro veicoli durante l’accertamento.

Reuben Brewer dice: “È solo una parte della soluzione, ma spero che un giorno possa salvare delle vite.”